Etico – Sartoria Marchigiana

Chi siamo

ètico – Sartoria Marchigiana è un progetto ideato da Marta Baldassarri e Valentina Vitali.


Siamo due ragazze marchigiane con pregresse esperienze nell’industria della moda (la seconda più inquinante al mondo) che hanno deciso di cambiare rotta e formarsi in ambito modellistico/sartoriale a livello artigianale: cercando di recuperare e promuovere vecchi, nobili mestieri, siamo entrate a far parte del movimento internazionale chiamato Slow Fashion per tentare di rallentare non solo i produttori ma anche i consumatori.


Rallentare per rendersi conto che non c’è bisogno di produrre e comprare abbigliamento in modo compulsivo, occorre fare un passo indietro e rivalutare ciò che è veramente importante: noi stessi e il mondo che ci circonda.


Per cercare di ridurre l’impatto ambientale scegliamo per le nostre collezioni solo tessuti naturali, garanti di qualità e durevolezza, di colore neutro, provenienti da filiere controllate o da scarti e rimanenze aziendali; le colorazioni e decorazioni dei nostri abiti sono frutto della nostra creatività, supportata dalla ricerca e dall’esperienza maturata nella Tintura Naturale e nell’Ecoprint (tecnica di stampa botanica che, attraverso processi di cottura, imprime impronte e colori di fiori, foglie, radici sui materiali tessili).


Dall’idea ai primi bozzetti, dal taglio al cucito, da stoffe bianche a abiti variopinti: nel nostro atelier situato nel piccolo borgo di Ripe San Ginesio (MC) ai piedi dei monti Sibillini, le nostre creazioni e le vostre personalizzazioni prendono vita. 

Ci deve essere un modo migliore per fare le cose che vogliamo, un modo che non inquini il cielo o la pioggia o la terra.


Paul Mc Cartney

Tinta naturale

La colorazione dei tessuti (tradizione dalle origini antichissime dato che le prime testimonianze risalgono al 4000/3000 a.C. nel cuore della cultura Inca) impiega tinture100% naturali derivanti da scarti agricolo-alimentari (scorze di melograno, bucce di cipolle, potature, ecc.), da piante autoctone e da erbe spontanee.

I processi di colorazione, stampa dei tessuti (Eco-printing), e crea- zione di inchiostri naturali per la pittura, escludono l’utilizzo di so- stanze chimiche. Inoltre si vuole ridurre gli sprechi, enormi per quanto riguarda le produzioni industriali, riutilizzando i tagli dei tes- suti ed effettuando i processi di tintura a capo finito.

Ecoprinting

Tecnica di stampa vegetale nata negli anni ’90 in Australia grazie alle ricerche e sperimentazioni dell’artista India Flint, che prevede l’utilizzo di fiori, foglie, cortecce, radici etc. che appoggiate su di un tessuto e successivamente arrotolate, legate intorno a supporti rigidi e cotte, lasciano la loro impronta e il loro colore sui materiali tessili, di origine vegetale o animale, adoperati.

Territorio

Altro punto cardine del progetto è la valorizzazione del territorio, ricco di piccole imprese agricole e tessili con cui reputiamo possibile creare una rete di produzione circolare e locale.

La lavorazione sartoriale artigiana fa parte della storia della nostra terra, e in un periodo di industrializzazione massiccia dove non ha più importanza né il materiale, né il lavoratore, né il processo, crediamo sia fondamentale portare avanti una delle arti più belle che sta scomparendo ma che ha sempre caratterizzato il nostro territorio.

Premi e partecipazioni

Nel settembre del 2019 ètico – Sartoria Marchigiana è stata premiata come vincitrice di 10.000€ a fondo perduto, del Progetto Start indetto dal Comune di Macerata, per la creazione di un ecosistema urbano presso l’Ex Mattatoio di Macerata, per l’innovazione e l’imprenditorialità nel territorio maceratese.

Nel 2020 abbiamo raccolto 5.000€ tramite il crowdfunding Impatto+ di Banca Etica, con il fine di sostenere la realizzazione di attività innovative, prodotti e servizi promossi e sviluppati da donne nelle filiere produttive, nel mondo del lavoro o della ricerca.

Nel 2021 ètico – Sartoria Marchigiana vince il “Progetto Appennino 2021 ReStartApp Idee e imprese che muovo montagne”, premiate con 25.000€ a fondo perduto. Il Campus di incubazione e accelerazione per le giovani imprese del territorio appenninico italiano è promosso e realizzato da Fondazione Edoardo Garrone e dalla Fondazione Carisap.

Cambiamenti 2021, il grande concorso nazionale che scopre, premia e sostiene le migliori imprese italiane nate negli ultimi quattro anni che hanno saputo riscoprire le tradizioni, promuovere il proprio territorio e la comunità, innovare prodotti e processi e costruire il futuro. Al secondo posto si è classificata Etico Sartoria Marchigiana che produce abiti con tessuti certificati 100 per cento naturali e tinti artigianalmente con materiale vegetale.

Il tema della sostenibilità è ormai centrale e interessa l’intero processo produttivo delle singole imprese che stanno intraprendendo questo cammino. Pensare la propria attività nell’ottica dell’economia circolare, in cui quello che ieri era un rifiuto ora può diventare una risorsa, è sicuramente un grande impegno ma rappresenta al tempo stesso una grande opportunità per le nostre imprese.

Nel 2022 ètico - Sartoria Marchigiana è tra le 6 vincitrici su 135 aziende italiane del bando "Che impresa per le donne!" con un contributo di 24.500€ a fondo perduto. Un progetto di Fondazione Finanza Etica, realizzato grazie alla devoluzione di una parte degli utili di Etica Sgr la società di gestione del risparmio specializzata in investimenti responsabili. Fondazione Finanza Etica lancia un bando dedicato alle micro e piccole imprese femminili.